volto di Francesco Acquaroli

Sono

Francesco Acquaroli

Candidato Presidente Elezioni Regione Marche 20/21 settembre 2020.
La coalizione di Centrodestra

LA COALIZIONE

Una Storia Nuova
 

Francesco Acquaroli, 45 anni di Potenza Picena, sposato con Lucia, è il candidato del centrodestra alla Presidenza della Regione Marche. 

 

Oggi Deputato, ma prima Sindaco, Consigliere regionale, Consigliere comunale. Da oltre vent’anni al servizio della sua terra a cui ha dedicato tutto l’impegno al fianco di famiglie, attività produttive, enti locali, associazioni. 

Slogan Elettorale

RICOSTRUIAMO LE MARCHE

10 impegni strategici e 10 priorità operative

del nuovo sviluppo per le Marche del XXI Secolo: forti, sicure, innovative, attrattive, solidali e inclusive.

10 impegni strategici

un nuovo modo di

pensare il futuro

1) Costruire il futuro delle Marche con una visione e un nuovo progetto di sviluppo solidale e condiviso, orientato al buon governo e ispirato ai principi dell’Agenda 2030.

 

2) Affermare un nuovo protagonismo della regione a livello nazionale ed europeo, per dialogare e far valere i diritti delle Marche a ogni livello istituzionale.

 

3) Puntare su collaborazione e condivisione con ogni territorio e soggetto vitale: istituzioni, università, organizzazioni economiche e sociali, valorizzando ogni risorsa della regione.

 

4) Spoliticizzare l’attività amministrativa regionale in ogni settore, puntando su merito e competenze, e non sulle appartenenze di partito.

 

5) Puntare su un modello di Regione capace di svolgere un ruolo di programmazione e coordinamento tra risorse pubbliche regionali, nazionali ed europee.

 

6) Garantire sicurezza personale, sociale ed economica a cittadini, famiglie e imprese, perché nessuno deve restare solo ad affrontare la crisi e le sfide del futuro.

 

7) Rafforzare il policentrismo regionale e il riequilibrio territoriale, con uguali livelli di investimenti, servizi, opportunità e sviluppo a tutti i territori.

 

8) Garantire servizi regionali efficaci, efficienti e semplici, per una Regione realmente amica e vicina a cittadini, famiglie e imprese, a partire dalla sanità.

 

9) Garantire una ricostruzione veloce, contrastando lo spopolamento e rendendo le Marche una regione attrattiva e accogliente.

 

10) Puntare su lavoro, sanità, imprenditorialità, innovazione, ambiente, infrastrutture, competitività, sfruttando efficacemente anche le opportunità finanziarie europee.

 
I punti fondamentali

Best of..

Alcuni dei momenti più significativi per me.
Show More

10 priorità operative

per una regione capace di futuro

SANITÀ e SOCIALE DI QUALITÀ / nessuno deve restare solo!

SANITÀ: revisione del modello sanitario attuale, puntando su una «rete della salute» vicina ai cittadini e strutture diffuse su tutto il territorio. Valorizzazione delle professionalità del personale medico e infermieristico. Abbattimento delle liste d'attesa e dei tempi di accesso al pronto soccorso. 

SOCIALE: piano straordinario di sostegno alle disabilità e alla non-autosufficienza, alle cronicità e alle altre fragilità. Reddito di maternità per le famiglie numerose. Incremento delle politiche per la longevità attiva.

LAVORO, FORMAZIONE, RIOCCUPAZIONE /
più garanzie, più opportunità!

Fondi anti-crisi per affrontare lo scenario pandemico. Piano di sviluppo dell’occupazione di qualità, per la creazione di nuova occupazione e la rioccupazione dei fuoriusciti dal mercato del lavoro. Riforma dei Centri per l'impiego ed introduzione della “Dote Unica Lavoro”. Piano di contrasto alla dispersione scolastica. Potenziamento dell’alta formazione e rafforzamento della collaborazione con le università marchigiane. Rafforzamento dei percorsi e degli incentivi per il diritto allo studio dei giovani.

RICOSTRUZIONE e RILANCIO DEI TERRITORI / adesso ripartiamo, davvero!

Ricostruzione veloce degli edifici e delle infrastrutture danneggiate dal sisma. Rafforzamento del ruolo dei sindaci, eliminazione di burocrazia, semplificazione delle normative, regole certe per le auto-certificazioni, velocizzazione delle risposte ai cittadini, affermazione del principio silenzio/assenso e adozione di linee guida chiare. Creazione di zone economiche speciali, con incentivi fiscali e semplificazione burocratica. Sviluppo del “Progetto Entroterra” per rafforzare l’attrattività territoriale delle aree appenniniche delle Marche.

DALLA PARTE DELLE IMPRESE / cuore pulsante delle Marche

Priorità alle micro, piccole e medie imprese regionali con incentivi, fiscalità agevolata e nuovi strumenti finanziari per facilitare l’accesso al credito. Fondi straordinari per le micro, piccole e medie imprese, per affrontare lo scenario pandemico. Creazione e promozione del marchio “MADE IN MARCHE” e contrasto alla contraffazione. Piano di sviluppo dell’Impresa 4.0 e incentivi all’imprenditorialità innovativa giovanile per fare delle Marche una autentica “Silicon Valley” capace di attrarre talenti, competenze, offrendo nuove opportunità lavorative ai giovani.

ECONOMIA "BLU" e "VERDE" / le nostre radici nel futuro!

Puntare sulle risorse rurali e naturali, marittime e territoriali delle Marche. Aiuti concreti al settore agricolo, zootecnico e vitivinicolo. Sostegno e promozione dell’agriturismo marchigiano, unendolo alla promozione dei prodotti tipici e a percorsi legati alla cultura e alle città d’arte.

Pieno impulso alla “Blue-economy Marche” (pesca, acquacoltura, industria di trasformazione alimentare, cantieristica e servizi per la nautica da diporto, turismo). Sostenere lo sport con risorse adeguate, per riqualificare e ammodernare le strutture, aiutare le società dilettantistiche e le manifestazioni sportive per implementare il turismo regionale.

TURISMO, CULTURA, AMBIENTE / la grande bellezza!

Promozione dell’offerta regionale favorendo la destagionalizzazione dei cicli turistici: turismo balneare, culturale, enogastronomico, spirituale, dello shopping, dello sport e del benessere, dalla costa all’entroterra. Piano per la riqualificazione delle strutture ricettive regionali e semplificazione delle procedure per facilitare gli investimenti. Rafforzamento dei servizi turistici e interventi per favorire l’accessibilità a soggetti svantaggiati. Rigorosa mappatura e bonifica dei siti inquinati miglioramento della qualità delle acque fluviali e dell'aria. 

TASSE e SEMPLIFICAZIONI / tutti, il giusto, semplicemente!

Revisione e riduzione delle imposte regionali a favore di cittadini, famiglie e imprese. Miglioramento e semplificazione degli adempimenti fiscali e dei procedimenti amministrativi. Introduzione del principio di responsabilità e risarcimento da parte della P.A. in caso di mancato rispetto dei tempi di conclusione di un procedimento o di un errato invio di una cartella esattoriale, per ristabilire equità e civiltà al nostro sistema. Riorganizzazione della spesa pubblica, tagli agli sprechi e all’utilizzo improduttivo delle risorse.

INVESTIMENTI e AUTOREVOLEZZA / energie positive per le Marche!

Più peso alle Marche a Roma e Bruxelles per ottenere le risorse finanziarie indispensabili ad alimentare i progetti di crescita. Sostegno finanziario alla liquidità delle micro, piccole e medie imprese. Migliore gestione dei fondi europei, per incrementare la loro capacità di utilizzo in tutti i settori con il più ampio coinvolgimento degli attori economici regionali.

Rilanciare il progetto di Macroregione Adriatico-Ionica con un ruolo da protagonista della nostra regione.

INFRASTRUTTURA e MOBILITA' / futuro in movimento!

Far diventare le Marche capitale delle regioni adriatiche con un piano di implementazione delle infrastrutture “a croce”, baricentro dell'asse Nord-Sud ed Est-Ovest. Rafforzare l'alta velocità. Rilancio dell'Aeroporto delle Marche in sinergia con lo sviluppo del porto e dell'Interporto. Completare la terza corsia dell’A-14, la E78 Fano-Grosseto, il progetto Quadrilatero, la Pedemontana trasversale e tutti i progetti di rete per permettere collegamenti e mobilità veloce in tutta la regione. Sviluppo del Trasporto Pubblico Locale, adeguamento e rilancio delle reti ferroviarie locali, con interventi finalizzati a ridurre i tempi di percorrenza. Rafforzamento del ruolo dei porti.

SICUREZZA PERSONALE e DEL TERRITORIO / sicuri, è un diritto!

SICUREZZA PERSONALE Piano di monitoraggio e contrasto alla criminalità e all'immigrazione irregolare. Incentivazione ai Comuni per progetti di sicurezza. Interventi per la sorveglianza e il controllo del territorio attraverso un’adeguata presenza delle forze dell’ordine. Coordinare e raccordare le Polizie Locali attraverso l'organizzazione delle funzioni, la formazione ed il cofinanziamento di progetti di sicurezza urbana. Potenziamento delle Polizie locali nell'ottica dell'implementazione dei servizi preventivi di pubblica sicurezza e polizia giudiziaria.

SICUREZZA DEL TERRITORIO Contrasto all’abusivismo e al degrado urbano. Piano straordinario contro il dissesto idrogeologico e messa in sicurezza del territorio dai rischi naturali. Piano straordinario per la difesa della costa. Rafforzamento della Protezione Civile e di tutto il sistema di sicurezza e di volontariato per affrontare al meglio ogni calamità naturale. Garantire ai Comuni il costante aggiornamento dei Piani di Emergenza di Protezione Civile e procedure più celeri e snelle durante le situazioni di emergenza.

 
 

© 2023 by Francesco Acquaroli